Oceania

Ci sono momenti nella vita di una mamma (e di un papà naturalmente) che restano impressi nel cuore e nella memoria come tappe di crescita nostre e dei nostri figli. Penso che la prima volta insieme al cinema sia una di queste. Noi oggi siamo andati tutti e tre al cinema a vedere Oceania.

oceania-vaianaBellissimo. Non solo perché come sempre per i film Disney la cura dei particolari è maniacale e tutto si tiene come in un concerto ben scritto, ma perché questa volta il personaggio principale della storia è quanto di più diverso si possa immaginare rispetto alle precedenti figure di eroine Disney. Niente più capelli biondi, niente più pelle diafana, niente più dita affusolate ma una bellissima bambina con i capelli ricci e neri, due occhi color della cenere, gambe e braccia scure tornite e muscolose. Forte, volitiva, sensibile. E sola.

No, non sola nel senso triste del concetto, ma sola a vivere la sua avventura, nella quale il ruolo degli altri protagonisti è solo funzionale alla scoperta del suo coraggio, del suo desiderio, della sua abilità, del suo amore, del suo io. E non c’è bisogno, in questa storia, di un innamorato da conquistare come fosse un trofeo, o dal quale farsi portar via sul cavallo bianco. Nessuno che debba/possa decidere sul suo destino che deve compiersi. Un mondo pieno di legami, quello sì, alcuni fortissimi come quello con la nonna, o come quello con il Semi-Dio Maui, o con il padre. Come quello che la unisce alla figura della madre, apparentemente irrilevante e invece così fondamentale nella sua abilità di lasciar andare.

Un film pieno di buoni sentimenti ma privo di buonismo fine a se stesso, da far vedere alle proprie bambine e ai propri bambini, può insegnare molto di più sulla parità di genere di tanti discorsi senza senso che sento fare troppo spesso ultimamente.

E di sicuro funziona perché, all’uscita dal cinema, Emma mi ha detto: “Mamma, Vaiana è la principessa più bella di tutte”. Sì, hai ragione Emma. È la più bella, di una Bellezza vera, una bellezza che non svanisce. Come quella che tu hai dentro e che lotteremo per conservare e crescere.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.